Facebook e Twitter impazziti

Settimana nera per i due social network più famosi al mondo: Twitter e Facebook.

Il primo, due giorni fa, ha subito un attacco XSS che sfruttava un bug della funzione onMouseOver.

Problema risolto nel giro di un paio d’ore, ma che ha creato il panico un po’ ovunque.

Ed è di panico anche la situazione attuale che vede Facebook down. La cosa bella è che migliaia di persone si stanno riversando proprio su Twitter per segnalare la cosa, creando anche commenti ironici del tipo “Non dovete scrivere tutti che Facebook è down, altrimenti va down anche Twitter”… e c’è anche chi, più catastrofico, in tutto ciò vede la fine di Internet.

–Update– 23:05, Facebook sembra essere tornato online

–Update– 23:55, continuano ad esserci dei momenti in cui è down, alternati ad altri in cui è online.

Annunci
Pubblicato in massimo bianconi | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

I “pugni chiusi” di Nevruz, tra liti, trionfo e tragedia. [X-Factor 4]

[QUI ARTICOLO SULLA VINCITRICE DI X-FACTOR: NATHALIE, su Nevruz e sul loro ipotetico futuro]

“Pugni chiusi non ho più speranze

in me c’è la notte più nera
Occhi spenti nel buio del mondo
per chi è di pietra come me”

Quali parole migliori per rappresentare un cantante così enigmatico , così cupo e dark ma con tutt’un mondo, dentro, da far scoprire?

La mia salvezza sei tu.. per “salvezza” potremmo forse intendere X-Factor, il programma che più si allontanava dal mondo e dal background di Nevruz Joku, ma che ora gli dà una speranza in più per emergere, per far notare al mondo la sua stramberia, il suo stile e il suo modo di essere che l’hanno reso fin sa subito il “fenomeno” dell’anno a X Factor 4 ?

A Massimo Bianconi, si sa, i “fenomeni” piacciono.

Nevruz si è già fatto odiare da tutti gli altri concorrenti…forse per un litigio scaturito da una sua dichiarazione riguardante “Dorina”.. del tipo: “è da ipocrita dichiararsi così tanto amiche dopo solo pochi giorni”.. riferendosi all’esagerata e troppo repentina (quindi plausibilmente FALSA) amicizia fra Dorina e la bolognese (ormai fuori dai giochi) Sofia..

Oppure, forse, lo odiano semplicemente perchè lui è “un personaggio”: spicca in mezzo a quell’ammasso di mediocrità (dal quale spuntano, oltre a Nevruz, Stefano Filipponi, Nathalie e pochi altri) in cui gli altri concorrenti annegano innegabilmente e irreversibilmente e non possono sentirsi altro che “minacciati” da una presenza così forte (non in termini assoluti chiaramente: in termini x-Factor) in quanto oscurante la loro, vuota e insipida (presenza).

La sua interpretazione di “pugni chiusi” dei Ribelli, seppur piena di erroracci a livello tecnico e di intonazione, lasciava qualcosa all’ascoltatore. E’ una canzone struggente.. Nevruz è struggente. Risultato: non ha reso il brano vuoto e insulso come abilmente riescono a fare i concorrenti “medi” del programma.  E’ avvenuta una trasfusione della sua personalità che si è andata a inculcare tra le note della canzone. Quella voce a volte fin troppo espressiva non disturba perchè sappiamo tutti quanto è vera. Squilibrata, fuori dai coppi, ma pur sempre vera.

La tv e il mondo dello spettacolo italiano, in particolare della musica, non hanno bisogno di nuovi fenomeni costruiti a tavolino per abbindolare fette di pubblico ormai sempre più sottili, perchè a poco a poco noi spettatori diventiamo anestetizzati e immuni a questo tipo di personaggi da gossip facile.

Nevruz ha il vantaggio di non avere bisogno di nessuno per colpire lo spettatore (se non, forse, di qualche lezione di canto), è già bizzarro quanto basta. E meno male. Che di artifici ne abbiamo piene le … scatole. E meno male che c’è uno come Elio dietro di lui, a dare man forte alla sua battaglia anti-divette del pop e a difenderlo a spada tratta non perchè si  tratti di un genio incompreso che dovrà essere ricordato ai posteri….semplicemente perchè se non lo facesse, probabilmente, inizierebbe a chiedersi cosa sia andato a fare a X-Factor, tra una Maionchi troppo sguaiata e troppo “donna-forte-che-si-commuove-quando-meno-ce-l’aspettiamo”, una Tatangelo troppo vecchia per avere 23 anni e un Ruggeri troppo fallito per fingere di avere qualcosa di serio da dire.

Pubblicato in cultura, massimo bianconi, musica | Contrassegnato , , , , , , , , | 4 commenti

Stefano Filipponi: carte vincenti per un possibile vincitore di X Factor 4?

22 anni, di Macerata. Studia Ingegneria a Montefano.

Studia musica da quando era ragazzino, per superare un suo… problema.

Si stenta a credere che da uno sguardo così impaurito e una voce così fragile nel parlare, escano canzoni cantate tutte di fila, e bene. Molto bene.

A cadere nel moralismo, nella retorica e nella smielosaggine più assoluta ci vuole pochissimo.

Alcuni dei giudici di X Factor 4 ci sono già caduti eccome. Sto parlando, ovviamente, di Anna Tatangelo o, per usare lo stesso appellativo irritante sfruttato da Facchinetti, Lady Tata. La Tatangelo usa nel parlare quella drammaticità a cui ci aveva già (purtroppo) abituato la D’Urso durante i suoi programmi-reality-spazzatura. L’ha usata, e continuerà a farlo, nei confronti di Stefano e di tanti altri personaggi con storie “tristi” o almeno “particolari”, o forse semplicemente storie normalissime, che sbattute in tv diventano drammi e trasformano le persone in casi umani.

In ogni caso, si potrebbe quasi pensare che questo Stefano abbia tutte le carte in regola per diventare il nuovo vincitore o quantomeno il nuovo “fenomeno di massa” di X-Factor.

Intanto balbetta. Tanto. Poi è timido, molto timido. Quale peculiarità del carattere migliore da esibire su un palco se non questa? Per dimostrare a tutti quanto i vocal coach, i motivatori, i giudici e tutto lo staff del programma siano abili e capaci di tirare fuori il meglio da ogni caso “difficile”, da ogni crisalide che trasformeranno furbescamente in farfalla?

Hanno già iniziato a plasmarlo a immagine e somiglianza di quello che diventerà il “personaggio” da vendere al pubblico. Gli hanno tolto quegli occhialetti tondi e marroncini che gli donavano un’aria ancora più debole. Occhiali da bimbo miope delle elementari, deriso dai compagni perchè costretto a portare lenti così spesse che i suoi occhi risulteranno abnormemente grandi, e impauriti. Ma quegli occhialetti brutti erano una sua scelta stilistica. Erano parte del suo carattere. Ebbene, glieli hanno tolti. Sostituendoli con quel modello che ormai ha stufato. Il modello squadrato, da “nerd”, lo stesso che gli “indie kids” portavano qualche anno fa per acquisire un’aria più interessante e che poi, per l’effetto “gregge di pecore”, hanno perso tutto di quell’interesse iniziale, risultando semplicemente ridicoli addosso a questi ragazzetti dalle frange troppo lunghe e troppo stirate.

L’hanno infilato dentro a una giacca argentata et voilà, il gioco è fatto: un’aria da finto-sofisticato con un pizzico di glamour. Non ci interessava. Lui sofisticato lo era già, nel suo essere così diverso da tutti gli altri, così poco desideroso di apparire, quanto piuttosto di esprimersi con l’unico mezzo che gli rende il compito più facile: il canto.

Quando parla gli riesce difficile non sono completare una parola, ma proprio iniziarla. Quando però poi ce la fa… è impossibile non sentire dentro quel qualcosa di caldo ..che a volte ci fa sgorgare del liquido trasparente dagli occhi.

[Non voglio usare la parola commozione, non voglio abbassarmi al livello che ho criticato qualche riga fa. Voglio però schierarmi con Mara M. e sperare che, personaggio “imbellettato e infiocchettato” a parte, Stefano Filipponi vinca mantenendo la sua “purezza”.]

Pubblicato in massimo bianconi, musica | Contrassegnato , , , , , | 4 commenti

[Bianconi Indignato] La ragazza che butta i cuccioli nel fiume… e la signora anziana salvatrice.

Massimo Bianconi è di nuovo indignato. Con le stramberie che si sentono in giro ultimamente non è così difficile, a quanto pare.

Ecco un’altro caso di mobilitazione mondiale intorno ad un fenomeno di cui non sapremo mai la vera origine. Puro atto di egocentrismo, voglia di vivere quei 15 minuti (anzi, pochi secondi, vista la durata del video) di notorietà o vero vandalismo e violenza contro gli animali??

Il mondo intero si è già mobilitato, intanto, per stanare la ragazza. Sono già nati, infatti, i primi gruppi su facebook.. ecco i principali:

Potete vedere QUI il video della ragazza che butta i cuccioli, con tutto l’orrore di questo atto osceno.

La ragazza sembrava rispondere al nome di Katja Puschnik.

E’ apparsa infatti anche una presunta lettere di scuse a suo nome:

mi chiamo Katja Puschnik e chiedo scusa per il mio comportamento. I cuccioli erano di mia nonna che mi ha detto di toglierli di mezzo perchè erano di soli tre giorni e malati. Avevano dei parassiti, presi dalla madre. Non sapevo cosa fare così li ho buttati nel fiume affinchè la morte fosse veloce. Non li volevo fare soffrire, sono veramente dispiaciuta 😦“)

Le ultime notizie l’hanno però smentito, riferendo che la polizia bosniaca, con l’aiuto dei gruppi animalisti del paese, avrebbe identificato la ragazza come una minorenne di cui si preferisce però non rivelare -per ora- il nome. La punizione per l’atto di violenza dovranno quindi pagarla i genitori della COLPEVOLE, con una multa di 5 mila euro per «trattamento crudele di animali». E’ abbastanza ingiusto che a pagare non sia la diretta interessata; speriamo almeno che i suoi genitori le diano una lezione come si deve. A lei e al fratello che a quanto pare sarebbe colui che ha filmato i gesti inconsulti, anche lui quindi complice.

La vera Katja Puschnik, la povera ragazza etichettata inizialmente come colpevole, è stata costretta ora ad aprire un sito per dichiarare al mondo la sua innocenza.

Pensate come è facile vedere la propria immagine rovinata solo per alcune “voci che circolano”…

Volete invece la buona notizia? Ebbene, i cuccioli non sarebbero morti, ma sarebbero stati salvati da una signora anziana bosniaca, Ruza Pavlovic, di 75 anni, che ha dichiarato di avere notato per puro caso la cucciolata di cagnolini che si dimenavano in acqua. Saranno davvero gli stessi cani? Quel che è certo è che il cuore della signora è davvero grande: pur non disponendo di grandi possibilità economiche, quelle che sarebbero necessarie per nutrirli come si deve, la vecchina ha affermato di non volerli mai abbandonare, e che farà di tutto per riportarli in salute.

Nel frattempo si sta mobilitando addirittura il regista Michael Bay (quello di Transformers, Pearl Harbour, Bad Boys), che ha infatti ha offerto una ricompensa di 50000 dollari a chiunque individui o fornisca informazioni utili sulla REA ragazza.

Pubblicato in cronaca, massimo bianconi | Contrassegnato , , , , , | 8 commenti

Massimo “Used to Wait” for .. il video interattivo in HTML5 degli Arcade Fire! La recensione post Indipendent Day Bologna

Dopo un’esibizione live fuori dagli schemi, sopra le righe, eccentrica e sognante e che verrà ricordata nel tempo, quella di ieri al parco nord di Bologna durante il primo giorno di Indipendent Days Festival, ci pare doveroso rendere omaggio agli Arcade fire con una recensione sul loro ultimo espermento, intitolato “The Wilderness Downtown“.

Ti ricordi la casa dove sei nato e cresciuto? Ci vivi tutt’ora?? Non ci vivi più da anni e ne senti decisamente la mancanza? Non importa, la cosa che conta è che tu ti ricordi l’indirizzo e che lo digiti nell’apposito spazio. Ci penseranno gli Arcade Fire a farti rivivere un’esperienza che non ti aspettavi e che avrà luogo proprio lì.

La band canadese, all’attivo con l’ultimo album, attesissimo e con recensioni diffuse ormai in ogni dove, insieme a Google e al geniale regista Chris Milk, hanno messo insieme un video che supera ogni frontiera dell’immaginazione.

Per vivere l’esperienza sono necessari:

  • il browser Google Chrome
  • una buona dose di RAM (chiudere tutte le altre applicazioni è consigliato per evitare blocchi o lentezze)
  • una buona dose di fantasia e di voglia di sognare un pò.

A questo punto, una volta digitato l’indirizzo della casa dove siamo cresciuti, il browser inizierà a riempirsi di finestre in movimento, e ci spiazzerà. Ma il senso di straniamento iniziale lascerà presto spazio a espressioni di stupore, nel vedere da una parte un ragazzo che corre con addosso una tuta grigia da jogging con tanto di cappuccio (quasi a oscurarne la faccia e rendere più misteriosa la sua figura e più fattibile per noi l’immedesimazione con lui), dall’altra parte una visione dall’alto … del nostro quartiere! A poco a poco lo zoom farà apparire, al posto delle casette viste dall’alto, la nostra via, proprio nel tratto in cui sta la nostra casa. E allora proveremo ad immaginarci quel ragazzo che corre lì, per la strada che abbiamo percorso tutte le mattine, per anni e anni, per andare a scuola o all’università.

E poi vedremo comparire, in un’altra finestra, uno stormo di uccelli neri, che si muoveranno a seconda dei movimenti del nostro mouse e a ritmo di musica. Che stiano volando nel cielo che sovrasta la nostra casa?

Lungo la vostra strada inizieranno a comprarire alberi dalla chioma folta e verde, prodotto dello scontro tra gli uccelli e l’asfalto.. il centro della città non sembrerà più grigio e inquinato…

Ci verrà poi chiesto di scrivere un pensiero da indirizzare alla versione di noi stessi che abita ancora lì. Le scritte, le singole lettere assumeranno forme di rami scuri, si allungheranno sempre di più fino a trasformarsi in un’ennesimo stormo, nero corvino, inquietante al punto giusto. Le mie parole, dissolvendosi, saranno davvero giunte al “vecchio me?”

Di certo indietro non si torna.. però grazie agli Arcade Fire sapremo di aver preso parte.. ad un esperimento ben riuscito.

[Per una visione più “tecnica” della cosa, date un’occhiata al blog che si occupa degli esperimenti su Google Chrome: http://www.chromeexperiments.com/arcadefire/ ]

Pubblicato in musica, web | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Massimo Bianconi si chiede: Cosa resterà di questa estate 2010 ???

L’estate 2010, oltre ad avere raggiunto il record del caldo avvicinandosi a quella del 2003, lascerà il segno per molte questioni e fatti accaduti, più o meno “frivoli” e più o meno allegri… Massimo si è lasciato incuriosire dalle più incredibili bizzarrie quotidiane e ve le ha man mano proposte sul suo blog….

Ecco quindi una carrellata riassuntiva per ripercorrere insieme gli avvenimenti dell’estate più bizzarra degli ultimi anni…

  • E’ arrivata l’estate : il primo giorno d’estate che tardava ad arrivare ed è stato celebrato solamente dal colorato logo giornaliero di Google.
  • Le mozzarelle blu (e ultimamente anche quelle ROSA) : a proposito di “colori”, anche i cibi del supermercato non sono stati da meno, indignando Massimo e tutti quei consumatori “tradizionalisti” che, aprendo il frigo, le mozzarelle vorrebbero trovarle BIANCHE.
  • Le vuvuzelas : Le simpatiche ma fastidiosissime trombette che ci hanno distratto durante tutta la durata dei mondiali… e ci hanno forse rallegrato nei momenti di massima “rabbia” causata dalla ..notizia successiva …
  • L’Italia fuori dai mondiali : c’è bisogno di commentare? Naa…
  • Il Polpo Paul: Il polpo indovino, di cui sentiremo sicuramente parlare ancora a lungo, è stato l’altro elemento che ha reso i mondiali più “leggeri” e più adatti allo “sharing” sui nostri social network preferiti.
  • Gemmadelsud & gli altri fenomeni YouTube : Insieme alle ragazze di Ostia, quelle de “Un calippo e una bira“, Laura Scimone ma SOPRATTUTTO Gemma del Sud sono state i fenomeni più discussi, criticati e “schifati” del Web, soprattutto per gli appassionati di “casi umani su Youtube” (che non sono pochi). La questione rimane aperta: facciamo bene a diffondere certe notizie sconcertanti offrendo pubblicità gratuita a questi personaggi-fenomeni, o dovremmo tacere per cercare di sotterrarli il più possibile nei dimenticatoi?
  • Alta televisione: Diaco vs Cassandra : Dibattiti inutili tra una ragazzina qualsiasi figlioccia della De Filippi e del mondo dei “talent reality” e un “Tuttologo del Niente”.
  • Toy Story 3 : Il film d’animazione più valido dell’anno. Ne ho parlato anche sul mio Tumblr. Di sicuro non solamente un film per bambini.
  • Arcade Fire – The Suburbs : Una delle nuove uscite “indie” che ha diviso maggiormente la critica sulla varie webzine musicali. Capolavoro o banalità? Massimo Bianconi è partito, nel suo articolo, andandoci cauto con le critiche, ma anche con i complimenti, essendo fermo ai primi ascolti. Ora come ora, invece, di critiche ne sono rimaste ben poche, nel suo pensiero.

E per voi quali altri elementi di questa ormai conclusa estate 2010 varrà la pena di tramandare ai posteri?

Pubblicato in cultura, eventi, film, massimo bianconi, mondiali, musica, sport, Varie, web | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Linkin Park – The Catalyst: ecco il video

Fin dall’inizio i Linkin Park sono stati il gruppo perfetto per il target “adolescente finto incazzato”. Banali chitarre pesanti,  un po’ di scream che fa tanto “ribelle”, un pizzico di elettronica per essere “moderni” e la solita alternanza fra rap e melodie pop. Insomma, come molti li definirono, erano una boyband con le chitarre.

“Hybryd Theory” non era certo un capolavoro, ma era pieno di canzoni… piacevoli. Poi il declino… sempre più giù..giù…giù…

Tutto questo per dirvi che quello qui sopra è il nuovo video dei Linkin Park: “The Catalyst”. Come sempre il video è curato e fa la sua figura, la canzone invece è persino peggio del solito.

N.B. è facile che il video venga rimosso, dato che non è del canale ufficiale.

Pubblicato in musica | Contrassegnato , , , , , | 4 commenti