Massimo Bianconi al Rolland Garros: riflessioni su Tennis e Poker

Massimo Bianconi al Rolland Garros

Massimo Bianconi questa volta cambia un po’ argomento, cercando di condividere con voi alcune riflessioni sul Tennis e sul Poker.

Questo week end, complice il meteo, Bianconi si è gustato la finale maschile del Rolland Garros, che riproponeva l’ennesimo capitolo dell’eterno duello Nadal – Federer. Impossibile restare impassibili davanti alla classe dello svizzero, impossibile non apprezzare la fisicità mai doma dello spagnolo, che ancora una volta, come spesso ultimamente avviene, ha avuto la meglio.

Dopo la partita la visione è continuata su una delle tante poker tv… e Massimo ha cominciato a pensare a quanto sia simile lo sforzo mentale richiesto da queste due attività.

Il tennis richiede una concentrazione ed una convinzione sui propri mezzi totale, ne sa qualcosa Federer che ieri, nel primo set, ha dominato la partita tanto da avere la palla del 6-2. Nadal è però riuscito a rispondere colpo su colpo, ribattendo palle impossibili che hanno smontato punto dopo punto i colpi di altissima classe di Federer, tanto da chiudere per 7 a 5 la prima frazione.

Anche nel poker ci sono situazioni del genere, i giocatori per vincere devono progressivamente togliere certezza nell’avversario e non essere troppo ripetitivi per non rendere leggibile il proprio gioco all’avversario, per non dare punti di riferimento.

Certo anche un po’ di fortuna può fare la differenza, a volte una carta poco probabile può togliere dagli impicci una giocata che non avrebbe dovuto essere fatta.
La stessa fortuna che può aiutare molto anche nel tennis… pochi millimetri, un soffio di vento, un irregolarità del terreno, un rimbalzo anomalo, una chiamata dell’arbitro possono togliere o regalare punti importanti.

Oggi c’e’ un personaggio che più di ogni altro ci potrebbe illuminare sull’argomento è Boris Becker, noto tennista vincitore, tra gli altri, di 6 titoli del grande Slam tra la metà degli anni ottanta e la metà degli anni novanta. Boris dopo la carriera sportiva è diventato giocatore professionista di Poker, in realtà non è stato l’unico, gode infatti della compagnia del francese Henry Leconte e del russo Yevgeny Kafelnikov.

Vogliamo passare al piano romantico? Nelle prime settimane del 2011 è stata molto chiacchierata la frequente presenza di Gus Hansen, noto professionista del poker internazionale, sugli spalti durante gli incontri della bella Caroline Wozniacki, attuale numero uno mondiale del tennis femminile. Sono entrambi di nazionalità danese. A molti però è sembrato che fra i due ci fosse più di un amicizia. Hansen e la Wozniacki hanno smentito. Sarà stato un bluff, perché è proprio sembrato che Gus sia riuscito trafiggere il cuore di Caroline con un bel passante…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in sport e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Massimo Bianconi al Rolland Garros: riflessioni su Tennis e Poker

  1. Pingback: Tutti in fila per Pippa Middleton .. anche Massimo Bianconi? | il Blog di Massimo Bianconi | iMassimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...